Articolo 47 Codice della Strada - SemaforoVerde

Vai ai contenuti

Menu principale:

Titolo III Codice della Strada - Dei veicoli > Capo I - Dei veicoli in generale
CODICE DELLA STRADA AGGIORNATO
Decreto Legislativo 30 aprile 1992, n. 285
D.Lgs. n. 285/1992

TITOLO III
DEI VEICOLI

CAPO I - Dei veicoli in generale

Articolo 47
Classificazione dei veicoli


1. I veicoli si classificano, ai fini del presente codice, come segue:
  a) veicoli a braccia;
  b) veicoli a trazione animale;
  c) velocipedi;
  d) slitte;
  e) ciclomotori;
  f) motoveicoli;
  g) autoveicoli;
  h) filoveicoli;
  i) rimorchi;
  l) macchine agricole;
  m) macchine operatrici;
  n) veicoli con caratteristiche atipiche.
2. I veicoli a motore e i loro rimorchi, di cui al comma 1, lettere e), f), g), h), i) e n) sono altresì classificati come segue in base alle categorie internazionali:
  a) - categoria L1e: veicoli a due ruote la cilindrata del cui motore (se si tratta di motore termico) non supera i 50 cc e la cui velocità massima di costruzione (qualunque sia il sistema di propulsione) non supera i 45 km/h; [1]
      - categoria L2e: veicoli a tre ruote la cilindrata del cui motore (se si tratta di motore termico) non supera i 50 cc e la cui velocità massima di costruzione (qualunque sia il sistema di propulsione) non supera i 45 km/h; [1]
      - categoria L3e: veicoli a due ruote la cilindrata del cui motore (se si tratta di motore termico) supera i 50 cc o la cui velocità massima di costruzione (qualunque sia il sistema di propulsione) supera i 45 km/h; [1]
      - categoria L4e: veicoli a tre ruote asimmetriche rispetto all'asse longitudinale mediano, la cilindrata del cui motore (se si tratta di motore termico) supera i 50 cc o la cui velocità massima di costruzione (qualunque sia il sistema di propulsione) supera i 45 km/h (motocicli con carrozzetta laterale); [1]
      - categoria L5e: veicoli a tre ruote simmetriche rispetto all'asse longitudinale mediano, la cilindrata del cui motore (se si tratta di motore termico) supera i 50 cc o la cui velocità massima di costruzione (qualunque sia il sistema di propulsione) supera i 45 km/h; [1]
      - categoria L6e: quadricicli leggeri, la cui massa a vuoto è inferiore o pari a 350 kg, esclusa la massa delle batterie per i veicoli elettrici, la cui velocità massima per costruzione è inferiore o uguale a 45 km/h e la cui cilindrata del motore è inferiore o pari a 50 cm³ per i motori ad accensione comandata; o la cui potenza massima netta è inferiore o uguale a 4 kW per gli altri motori, a combustione interna; o la cui potenza nominale continua massima è inferiore o uguale a 4 kW per i motori elettrici. Tali veicoli sono conformi alle prescrizioni tecniche applicabili ai ciclomotori a tre ruote della categoria L2e, salvo altrimenti disposto da specifiche disposizioni comunitarie; [2]
      - categoria L7e: i quadricicli, diversi da quelli di cui alla categoria L6e, la cui massa a vuoto è inferiore o pari a 400 kg (550 kg per i veicoli destinati al trasporto di merci), esclusa la massa delle batterie per i veicoli elettrici, e la cui potenza massima netta del motore è inferiore o uguale a 15 kW. Tali veicoli sono considerati come tricicli e sono conformi alle prescrizioni tecniche applicabili ai tricicli della categoria L5e salvo altrimenti disposto da specifiche disposizioni comunitarie; [2]
  b)  - categoria M: veicoli a motore destinati al trasporto di persone ed aventi almeno quattro ruote;
       - categoria M1: veicoli destinati al trasporto di persone, aventi al massimo otto posti a sedere oltre al sedile del conducente;
       - categoria M2: veicoli destinati al trasporto di persone, aventi più di otto posti a sedere oltre al sedile del conducente e massa massima non superiore a 5 t;
       - categoria M3: veicoli destinati al trasporto di persone, aventi più di otto posti a sedere oltre al sedile del conducente e massa massima superiore a 5 t;
  c)  - categoria N: veicoli a motore destinati al trasporto di merci, aventi almeno quattro ruote;
       - categoria N1: veicoli destinati al trasporto di merci, aventi massa massima non superiore a 3,5 t;
       - categoria N2: veicoli destinati al trasporto di merci, aventi massa massima superiore a 3,5 t ma non superiore a 12 t;
       - categoria N3: veicoli destinati al trasporto di merci, aventi massa massima superiore a 12 t;
  d) - categoria O: rimorchi (compresi i semirimorchi);
       - categoria O1: rimorchi con massa massima non superiore a 0,75 t;
       - categoria O2: rimorchi con massa massima superiore a 0,75 t ma non superiore a 3,5 t;
       - categoria O3: rimorchi con massa massima superiore a 3,5 t ma non superiore a 10 t;
       - categoria O4: rimorchi con massa massima superiore a 10 t..

NOTE

[1] Articolo così modificato per effetto del Decreto Legislativo n. 59 del 18.04.2011.
[2] Articolo così modificato per effetto del Decreto Legislativo n. 59 del 18.04.2011.
Vedi Decreto dello Sviluppo Economico 11 gennaio 2013 (Incentivi per l'acquisto di veicoli a basse emissioni di CO2 di cui all'articolo 17-bis del decreto-legge 22 giugno 2012, n. 83, convertito, con modificazioni, dalla legge 7 agosto 2012, n. 134) pubblicato su Gazzetta Ufficiale n. 36 del 12.02.2013.

Vedi Direttiva del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti 16 gennaio 2013 (Circolazione stradale in periodo invernale e in caso di emergenza neve) pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 25 del 30.01.2013.



Sezione curata da: Salvatore Palumbo e Claudio Molteni.
DISCLAMER: Il testo della presente norma non riveste carattere di ufficialità e non sostituisce in alcun modo quello pubblicato in G.U.  che ne costituisce la pubblicazione ufficiale.
Vietata la riproduzione, anche parziale, del presente contenuto senza la preventiva autorizzazione degli amministratori del portale.

Torna ai contenuti | Torna al menu